Pagano su Tribunale Gela: “Pasticcio colpa di Crocetta, Ministero e Corte Conti che dicono?””

“Il pasticcio sorto intorno al Tribunale di Gela e che rischia di costare caro a tutta la comunità, sia in termini economici, di immagine e sul piano prettamente giurisdizionale, porta la firma di Rosario Crocetta. La colpa è tutta dell’allora sindaco che mortificò i proprietari, mostrò l’arroganza tipica dell’antimafia di facciata e favorì un’operazione che tutti sin da allora sapevano essere illegittima e illecita. Ora tace, quando dovrebbe solo dimettersi. Il ministro della Giustizia non ha nulla da dire in merito? E la Corte dei Conti? E i mass media perché non dicono di chi è la colpa? Questa sentenza mette la parola fine alla stagione dell’antimafia professionistica e allo strapotere che ha impoverito la nostra Sicilia”.

Questo quanto dichiarato dall’on.  Alessandro Pagano, deputato della Lega-Noi con Salvini, coordinatore Sicilia occidentale, sul tribunale di Gela, considerato in parte abusivo.

Articoli correlati