Leggi altro

Arancio e Marziano sul caso Eni, cresce la tensione in vista del 21 ottobre

“Il nostro impegno per difendere il futuro della raffineria di Gela prosegue: lavoriamo affinché il governo regionale, il governo nazionale e Eni possano strutturare un dialogo capace di impedire il disimpegno rispetto allo stabilimento siciliano”. Così Bruno Marziano e Giuseppe Arancio, deputati regionali del PD, rispettivamente presidente e componente della commissione Attività produttive all’Ars, si esprimono sulla delicata faccenda Eni in vista dell’incontro del prossimo 21 ottobre al Ministero dello Sviluppo Economico.

Leggi altro

Protestano i metalmeccanici davanti alla Raffineria, chiedono sicurezza occupazionale

Sit-in di protesta davanti alla Raffineria di Gela. I metalmeccanici, in conclusione del periodo di cassaintegrazione, tornano a incrociare le braccia e a chiedere maggiori sicurezze occupazionali. Incerto, infatti, il futuro di tantissimi lavoratori a causa dell’assenza di commesse di lavoro.

Leggi altro

Caso Eni. Sindacati convocati per il 21 ottobre

Riprendono le trattative tra sindacati e Eni per discutere sul piano industriale dell’azienda petrolifera. Il tavolo di negoziato è stato stabilito per  il 21 ottobre prossimo, presso il Ministero dello Sviluppo economico, sempre se non ci sarà uno slittamento di data, così come è avvenuto fino adesso. All’incontro è stato invitato a partecipare il presidente della regione Sicilia, Rosario Crocetta e il sindaco del comune di Gela, Angelo Fasulo.

Leggi altro

Cisl: gazebo informativo a Gela sul tema del lavoro, in vista della manifestazione regionale

Parteciperà anche Gela alla settimana dei gazebo informativi sul tema del lavoro e della precarietà, organizzata da Ust Cisl di Agrigento, Caltanissetta ed Enna. L’appuntamento è il 16 ottobre, in piazza Umberto I, e sarà rivolto a giovani, precari, lavoratori pensionati e iscritti.

Leggi altro

Gela, panchina a Brucculeri. L’Atletico vince a tavolino e allunga in classifica

Il Gela Calcio ha scelto. Sarà Salvatore Brucculeri, 53 anni, il nuovo tecnico della società biancazzurra. Dopo il dimissionario Lirio Torregrossa, dunque, sarà l’ex allenatore di Marsala e Ribera a guidare la squadra del presidente Angelo Tuccio. Superata la concorrenza di tecnici come Misiti e Di Dio,

Leggi altro

Cgil, Cisl e Uil: necessità di una legge sull’acqua pubblica

“Bisogna riprendere l’Iter del DDl sull’acqua pubblica, bloccato due anni fa” È questo che chiedono, alla Commissione Ambiente e Territorio dell’Ars e al Governo Regionale, i sindacati Confederali Cgil, Cisl e Uil della provincia di Caltanissetta, per mettere fine ai continui aumenti delle tariffe idriche applicate ai cittadini da Caltaqua.

Leggi altro

Crocetta incontra gli studenti della Rete: costituirà con loro un tavolo permanente

“Mi avete regalato una nota di speranza quando avete cantato I cento passi, canzone che ricorda la lotta contro mafia e malaffare svolta per anni da Peppino Impastato”. È questo che ha detto il presidente della Regione Rosario Crocetta alla rappresentanza della Rete degli Studenti Medi Sicilia, durante l’incontro che è avvenuto ieri nella giornata della mobilitazione della scuola.

Leggi altro

In piazza le mele dell’AISM, un piccolo contributo per sostenere la ricerca

Tornano in piazza le mele di AISM, l’associazione italiana contro la Sclerosi Multipla. Diversi stand in piazza Umberto I e davanti ad alcuni supermercati della città per aiutare e sostenere la ricerca scientifica. La sclerosi multipla, una malattia del sistema nervoso, colpisce in particolar modo le donne e i giovani.

Leggi altro

“Pedala in città”, domenica altro appuntamento

Torna l’appuntamento “Pedala in città”, la manifestazione sportiva organizzata dalla Federazione Italiana Amici della Bicicletta, presieduta da Simone Morgana. L’evento mira a favorire e incentivare l’uso della bici come vero e proprio mezzo di trasporto al pari di macchine, motorini e autobus.

Leggi altro

Trent’anni per Fabio Greco. Era in grado di intendere e di volere, quando uccise la madre

Trent’anni di carcere. È questo che il Procuratore generale Fernando Asaro richiede ai giudici della corte d’assise di Appello di Caltanissetta per Fabio Greco, il quarantenne che nell’agosto 2012 uccise la madre adottiva, Iolanda Di Natale, fino a sfigurarne il volto.