Palermo nominata Capitale per la Cultura per il 2018

“La candidatura è sostenuta da un progetto originale, di elevato valore culturale, di grande respiro umanitario, fortemente e generosamente orientato all’inclusione, alla formazione permanente, alla creazione di capacità e di cittadinanza, senza trascurare la valorizzazione del patrimonio e delle produzioni artistiche contemporanee

Con queste parole, il ministro dei beni culturali Dario Franceschini, ha annunciato la vittoria di Palermo sulle altre candidate al titolo di Capitale della Cultura 2018, aggiungendo inoltre che “La candidatura di Palermo è sostenuta da un progetto credibile, di altissimo livello supportato da tutti i partner istituzionali“. Palermo ha battuto la concorrenza di Alghero, Aquileia, Comacchio, Ercolano, Montebelluna, Recanati, Settimo torinese, Trento e l’Unione comuni elimo-ericini.

Questo importante riconoscimento si aggiunge alla recente nomina di Palermo a Capitale Italiana dei Giovani per il 2017. Inoltre sempre nel 2018, Palermo ospiterà anche Manifesta 12, l’importante biennale europea di arte contemporanea, che darà ulteriore visibilità e lustro alla città in tutto il mondo e che, insieme al recente riconoscimento del patrimonio arabo-normanno da parte dell’Unesco ha contribuito all’assegnazione del titolo di Capitale della Cultura al capoluogo siciliano

Grazie a questa vittoria, la città di Palermo riceverà un contributo di un milione di euro e l’esclusione dal patto di stabilità delle spese per gli investimenti necessari per realizzare i progetti. Ma il sindaco Leoluca Orlando ha annunciato che gli investimenti saranno ben più elevati: “Sono previsti due tipi di investimento specifici: uno di circa 6 milioni e mezzo di euro, più altri 70 che avremmo speso comunque e che serviranno per portare avanti tanti progetti tra cui il Festival delle letterature migranti, il coro arcobaleno, la Biennale di arte sacra e quella dell’Arcipelago Mediterraneo. Questo riconoscimento conferma lo straordinario momento di rinascita della nostra città e il suo essere divenuta capitale del dialogo e dell’arricchimento tra le culture, che è la base di una Cultura che guarda al futuro. Dopo il riconoscimento di Capitale italiana dei Giovani e dopo l’attribuzione a Palermo di “Manifesta”, arriva quindi un nuovo importante strumento per confermare il rinnovato ruolo di Palermo nello scenario nazionale e internazionale”.

Per festeggiare l’assegnazione del titolo, la facciata del teatro Massimo è stata illuminata con i colori della bandiera italiana.