Panebianco: dubbi qualità menù della refezione scolastica di “Solito” e “Capuana”

Una  interrogazione sulls qualità dei pasti della refezione della scuole di Gela è stata presentata dal consigliere comunale Giovanni Panebianco, al sindaco Domenico Messinese e al presidente del consiglio comunale Alessandra Ascia. Il consigliere ha appreso che diversi genitori della Scuola Materna “Ortisi” del plesso scolastico “Enrico Solito” si siano lamentati della qualità dei pasti distribuiti ai loro figli,  in particolare il taglio della carne spesso e difficilmeto masticabile dagli scolari di tenerissima età, i panini  duri così come la frutta distribuita. Inoltre il consigliere sottolinea di essere venuto a conoscenza da parte di docenti e genitori della Scuola materna di via Europa, plesso “Luigi Capuana”, che la Ditta  che gestisce il servizio “non offra  i menù per i bambini celiaci nè vengono serviti loro i pasti con l’indicazione di tutti gli allergeni compresi il glutine presente nei prodotti tanto che i genitori sono costretti a fornire pasti preparati a casa”. “L’amministrazione deve tutelare  il diritto alla salute dei discenti ed il diritto ad un servizio mensa di qualità anche per i costi sostenuti dai genitori “, afferma il consigliere che si interroga  su ” quali siano stati gli atti posti in essere dal Settore competente, dal momento della assegnazione del servizio ad oggi, al fine di verificare e garantire alti standars qualitativi dei pasti serviti ai bambini delle scuole materne di Gela; oltre che controllare  l’erogazione dei pasti a soggetti celiaci, o se sia  vero che la Ditta che si occupa del servizio non distribuisca alle Istituzioni scolastiche, menù settimanali per soggetti celiaci con indicati tutti gli allergeni compresi il glutine presente nei prodotti. Inoltre il consigliere chiede se l’amministrazione comunale abbia intenzione di  creare un Nucleo di Valutazione composto da appartenenti dell’Ente, dai rappresentanti delle Istituzioni Scolastiche, dei genitori   e dalla Asp al fine di provvedere a verifiche mensili a campione sul cibo servito nelle mense scolastiche. Panebianco chiede la presenza in aula dell’Assessore del Settore Pubblica Istruzione.
 

Articoli correlati