Panormus la scuola adotta la città

Panormus 2017

 
Ha preso il via il 18 marzo con la cerimonia d’apertura, ossia la consegna delle chiavi della città agli studenti da parte del sindaco Orlando, la XXII edizione di “Panormus:

la scuola adotta la città”, la manifestazione che da molti anni ormai trasforma gli alunni delle scuole palermitane in piccoli cicerone, pronti a guidare i visitatori all’interno di complessi monumentali sparsi in tutta la città. Il tema di questa dodicesima edizione è “Palermo, città senza confini”, e mira alla “costruzione di una comunità multiculturale dove diversità e uguaglianza si incontrano per sviluppare una cultura di pace e tolleranza”

Quest’anno saranno 90 i monumenti adottati dalle 105 scuole di Palermo per la manifestazione che durerà fino al 21 maggio; e cinque diverse sono le tipologie di visite: la scuola adotta il quartiere, la scuola adotta l’arte, la scuola adotta la città accogliente, la scuola adotta la città nascosta e la scuola adotta il Palazzo di Città.

Oltre alle visite guidate sono previste anche delle passeggiate per le vie della città alla riscoperta del patrimonio architettonico.

Tutti i monumenti saranno visitabili nei fine settimana (dal venerdì alla domenica), dalle 9 alle 13 e dalle 15:30 alle 18:30; per alcune visite è previsto il pagamento di un biglietto d’ingresso.

Inoltre nell’ambito di Panormus, sabato 01 aprile 2017 dalle ore 9 alle ore 149, sarà possibile visitare i qanat, l’antico sistema di cunicoli sotterranei risalenti all’epoca della dominazione araba, che avevano la funzione di trasportare l’acqua delle sorgenti e condurla fino alle zone abitate e coltivate. Le visite dei qanat saranno curate dal Gruppo Speleologico del CAI di Palermo.