Parcheggi per disabili: gelesi sollecitano vigili urbani e amministrazione.

Negli ultimi giorni, alcuni gelesi si sono appellati ai vigili urbani per sollecitarli a sorvegliare più attivamente le strade, in particolar modo i parcheggi per disabili.

La distribuzione di questi parcheggi non sarebbe adeguata alle vere necessità nelle zone maggiormente frequentate dai diversamente abili. Inoltre, non vi è il buonsenso civico da parte di molti cittadini sprovvisti del regolare contrassegno sul veicolo, e sulla quale spesso non vi è alcun disabile a bordo. Le segnalazioni hanno anche evidenziato alcune zone della città un po’ più critiche,  come i luoghi dediti alla sanità pubblica.

Uno di questi sarebbe il piazzale in via Madonna del Rosario in cui ogni mercoledì si svolge il mercatino. Visto l’afflusso elevato e specifico di disabili in queste strutture, alcuni cittadini hanno proposto un aumento dei posteggi riservati. Anche perché,  a causa dell’intenso traffico, clienti del mercato troverebbero parcheggio di fronte alla sede dell’Asp, proprio nelle aree suddette, senza essere regolarmente multati come previsto dal codice stradale.

Queste denunce si estenderebbero anche ai soliti problemi di sicurezza e manutenzione di strade e marciapiedi.  Da tempo viene ribadito il problema delle fosse sull’asfalto, della mancanza di semafori agli incroci, degli scivoli per accesso ai marciapiedi e della segnaletica orizzontale sempre meno visibile.

Rimangono, perciò, tante le problematiche che attanagliano la città di Gela, le cui cause si possono trovare sia in fattori amministrativi che nel buonsenso civico degli abitanti. Da tempi immemori, i cittadini lamentano l’assenza di servizi, manutenzione e sicurezza. Eppure, sono tanti coloro che nonostante tutto continuano ad amarla e ad esporsi per giungere a soluzioni.