Parcheggio di Caposoprano: pista su cui fare scorribanda notturna

Agli schiamazzi notturni ci siamo abituati un po’ tutti. Ci sono giovani in città che non trovano meglio da fare che disturbare il sonno con grida e musica a tutto volume, ma stanotte qualcuno ha superato il limite.

I degenti dell’ospedale Vittorio Emanuele sono stati svegliati da un rombo di auto, proveniente dal parcheggio di Caposoprano. Qualcuno ha scambiato il parcheggio, messo a disposizione per gli avventori del nosocomio gelese in pista da formula 1′ divertendosi a correre , frenare, fare testa coda.  In un luogo senza controllo ognuno fa quello che gli pare.