Passio Christi, a Butera. Spettacolo di fede, tra tradizione e pietà popolare

Si rinnova l’appuntamento a Butera con “Passio Christi, spettacolo di fede, in cui la tradizione incontra la pietà popolare in un momento di grande suggestione e coinvolgimento. “Passio Christi” si terrà, come ogni anno, nella domenica delle Palme, ed è interamente organizzato e curato dall’Associazione “Volta la Carta” di Butera, regia di Orazio Taibbi. Tra musica e narrazione, oltre al gruppo dei”Lamentatori” di Butera e della Banda Musicale cittadina “Salvatore Lumia”, prendono parte alle scene più di cento attori, dall’Entrata in Gerusalemme alla Resurrezione, in un incredibile quadro unitario per le diverse scene che rievocano la storia passione e morte di Cristo. Lo scopo della “Passio Christi” è far rivivere a ciascuna persona il cammino della salvezza che Cristo ha seguito fino al sacrificio estremo, fino al Calvario. La rappresentazione si svolgerà in un suggestivo scenario architettonico, cioè ai piedi del Castello arabo-normanno. Ed è in questo anfiteatro naturale che nasce la preghiera dalla contemplazione della Passione del Signore, rievocata dal Vangelo o percepita grazie alle musiche, al gioco di luci o mediante il forte sentimento di pietà popolare. Artistiche scenografie e musiche coinvolgenti  accompagnano i dialoghi degli interpreti. Ma le scene  non hanno solo un carattere rievocativo, perché non sono racconti impersonali di avvenimenti lontani. Sono delle vere e proprie rappresentazioni di fatti, dei quali anche la città di oggi si sente parte, per quella capacità che ha la religiosità popolare di favorire la partecipazione diretta ad avvenimenti che dai credenti sono accolti e registrati di generazione in generazione come avvenimenti di salvezza e di liberazione.  A partire dalla Domenica delle Palme sino alla Domenica di Pasqua, nella città di Butera, sono tante le manifestazioni degne di attenzioni dal punto di vista storico, religioso, artistico, sociale e culturale, e capaci di attrarre innumerevoli gruppi di persone, non solo di buteresi emigrati ma anche di altri paesi,  ma anche studiosi ed osservatori della grande tradizione popolare siciliana e della RAI Sicilia.  Le manifestazioni hanno l’obiettivo di commemorare e fare rivivere gli eventi che riguardano la passione, le morte e la risurrezione di Gesù di Nazareth, così come sono raccontati dai vangeli.

Pagina ufficiale www.facebook.com/associazionevoltalacarta