Patronati rischiano la chiusura, con i tagli del governo Renzi. In 83, nella provincia nissena, potrebbero perdere il posto di lavoro

Con il taglio del Fondo Patronati, contenuto nel provvedimento Legge di stabilità deciso dal governo Renzi, e comunque ancora da discutere in Parlamento, 83 persone, nella provincia di Caltanissetta, rischiano di perdere il posto di lavoro.

Sì, perché la manovra (taglio di 150 milioni su un Fondo Patronati di 450 milioni) avrà un effetto devastante che porterà all’eliminazione del sistema di patronato, con la conseguenza di non poter più garantire né la gratuità nell’accesso alle prestazioni che rendono esigibili i diritti sociali, né il supporto agli enti previdenziali,spesso non in grado di poter gestire tutte le istanze dei cittadini. Tra l’altro l’Inps ha progressivamente chiuso gli sportelli al pubblico ed ha demandato tutte le procedure al sistema informatico. Il cittadino dovrebbe essere in grado di gestire le pratiche, anche quelle complesse, con il proprio Pin. Non si è pensato, in questo modo, alle difficoltà che avrebbero i pensionati ultrasettantenni, o gli operai e braccianti dediti solo al lavoro ed alla famiglia che non riescono a districarsi con il web.. Lo scorso anno i Patronati presenti nella provincia di Caltanissetta hanno registrato oltre 40.000 accessi e sono state aperte 36.233 pratiche di persone che chiedevano assistenza per la pensione, l’invalidità, gli infortuni, i permessi di soggiorno, i bonus antipovertà.

Tagged with: