Pd Gela: compensazioni Eni per lungomare, agricoltura e infrastrutture

Sviluppo delle attività fronte mare, agricoltura ed infrastrutture nel settore metalmeccanico. Questo dovrebbe essere l’obiettivo dei 32 milioni delle compensazioni ENI per il Partito Democratico.

Durante la riunione dei capigruppo convocata per il 14 giugno prossimo il Pd locale tramite il capogruppo Vincenzo Cirignotta, chiederà all’amministrazione comunale una accelerazione dei progetti da finanziare con dette somme.

In particolare é prioritario il finanziamento del progetto di riqualificazione di tutto il lungomare da Macchitella
alla radioterapia, prevedendo anche interventi di mobilità sostenibile (pista ciclabile), al fine di rendere il nostro litorale attrattivo per i turisti.

Un altro progetto che il PD ritiene centrale è la realizzazione di un impianto per il trattamento delle acque reflue da utilizzare per l’irrigazione dei campi, in modo da garantire al settore agricolo l’acqua tutti i giorni e a prezzi ridotti.

I Dem  hanno affermato di aver previsto di utilizzare le compensazioni Eni per la progettazione di una infrastruttura nel settore metalmeccanico, la quale rappresenterebbe un investimento di prospettiva ed in grado di garantire lavoro per gli operai dell’indotto.

Il Partito Democratico considera l’avvio immediato di queste opere di vitale importanza per l’economia della città, in quanto rappresenterebbero un volano di sviluppo per il turismo, l’agricoltura ed il settore metalmeccanico.
“Parola d’ordine fare presto ed accelerazione sull’utilizzo di detti fondi, anche chiedendo un’anticipazione delle somme necessarie per finanziare i progetti ritenuti prioritari per la città.” Ha detto Cirignotta.