Pelliteri: né con Fasulo, né con Messinese. “L’unica alternativa era la nostra, moderata e politica”

“Non aderiamo al progetto di alcuno dei due contendenti. Conosciamo bene Angelo Fasulo e ne apprezziamo le doti personali ma non quelle politiche, sue e dei suoi amici e alleati, che non vediamo l’ora vadano a casa. Non conosciamo l’ing. Messinese, ma conosciamo il M5S e lo riteniamo solo uno strumento per mandare a casa l’attuale classe dirigente, ma senza farci contaminare dal giustizialismo esasperato, dalla sua eterodirezione, dalla dipendenza da Caltanissetta, dal timore del confronto democratico, dalla vacuità dei propositi, dal trasformismo opportunistico degli assalitori del carro dei possibili vincitori, dal rischio del probabile salto nel buio. Questo è quanto candidato dal dirigente scolastico Gioacchino Pellitteri, ex candidato sindaco di Forza Italia. “Nel corso di una articolata e dibattuta analisi del voto abbiamo rigettato con sdegno ogni forma di raccordo con l’antipolitica grillina ma in molti, la maggioranza, abbiamo espresso l’intenzione di votarla, in libertà. Questo non ci ha impedito di prendere atto della volontà di quanti, convinti che la peggiore politica sia comunque preferibile ad ogni forma di antipolitica, vogliono votare Fasulo”. Ha aggiunto il dirigente che ha sottolineato di non sentirsi appartenere a nessun progetto, se non quello del partito che lo ha sostenuto. Critiche sono state espresse nei confronti dell’ex candidato sindaco Lucio Greco, arrivato terzo al primo turno di elezioni. “Prendiamo atto – ha comunicato Pellitteri – che il progetto politico dall’avv. Greco è diventato un tutt’uno con quello del M5S, che così può fregiarsi della “sesta stella”, a dimostrazione che la sua candidatura non aveva nulla di politico, aveva tutto di personalistico ed è privo di prospettiva e di profondità politiche”. E ancora ” prendiamo atto che la protesta e la rabbia hanno orientato il voto dei gelesi in direzione o della conservazione (Fasulo) o delle alternative gridate e arrabbiate, alcune delle quali costruite da tempo ad arte, penalizzando l’unica alternativa, la nostra, realmente moderata e politica”
 
 

Articoli correlati