Pensioni e giovani, ‘No’ alle proposte del Governo: mobilitazione a Palermo

Sindacati a lavoro per la mobilitazione indetta a Palermo, Bari, Cagliari, Roma e Torino, in programma il 2 dicembre per dire ‘no’ alle proposte del Governo nazionale.

Cinque piazze si popoleranno per cambiare il sistema previdenziale, per sostenere lo sviluppo e l’occupazione e per garantire il futuro ai giovani.

“Non c’è nulla per le donne – ha scritto Ignazio Giudice, segretario generale della CGIL – che sono passate da sessanta a sessantasette anni come età pensionabile. È assurdo che dal 2019 si passi a sessantasette anni per la pensione di vecchiaia e a quarantatré anni e tre mesi di contributi versati per quella di anzianità. Non c’è nulla per i giovani e nulla neanche per i lavori di cura e usuranti”.

Dalla provincia di Caltanissetta saranno cinque i pullman che partiranno per essere in migliaia a Palermo, in piazza Verdi, con Maurizio Landini. “Vi è un momento per lamentarsi – ha concluso Giudice – e vi è un momento per esserci!”. Ogni sede della CGIL sta raccogliendo le adesioni per la mobilitazione del 2 dicembre.