Più matricole del previsto, caos nella facoltà di Medicina

Più studenti del previsto e il sistema si intasa. È quanto sta accadendo in queste settimane alla facoltà di Medicina dell’ateneo di Catania che quest’anno ha visto il boom di iscrizioni: quasi cinquecento matricole entrate al primo anno grazie al ricorso al Tar. Circa duecento studenti in più, dunque, a fronte dei trecentoventi previsti.

È questa la situazione in cui versa uno degli indirizzi universitari etnei più prestigiosi, costretto a chiedere aule in prestito ai dipartimenti vicini della cittadella per far fronte al numero consistente di ragazzi. Risultato? I calendari delle lezioni e degli esami subiscono modifiche giornaliere e i tirocini slittano nel periodo delle prove e delle verifiche. A pagarne le conseguenze gli studenti più “anziani”, visto che l’attenzione della facoltà ora come ora è rivolta a tentare di risolvere i problemi del primo anno. Disagi notevoli, dunque, che ostacolano il normale proseguimento degli studi degli aspiranti medici ai quali stavolta, purtroppo, non basterà un po’ di zucchero per mandar giù questa pillola, come allegramente cantava Mary Poppins.

Articoli correlati