Pochi viaggiatori gelesi per Pasqua e pasquetta

Sono pochissimi i gelesi che per Pasqua e pasquetta hanno deciso di fare un gita fuori porta. Nessun incremento nelle prenotazioni di pacchetti vacanze nelle agenzie della città, per la prima festa di primavera.

“Non abbiamo visto – ci ha detto Ina, dell’agenzia Calcagno Viaggi- un aumento delle prenotazioni di viaggi per tale periodo. Sicuramente la crisi non aiuta”.
Sono tantissime le famiglie gelesi che hanno deciso di trascorrere Pasqua e Pasquetta in città, con le famiglie.

“V è molta gente che si informa sui pacchetti viaggi, ma le prenotazioni non sono in numero maggiore sebbene questo esordio di primavera» . Ci ha detto Orazio dell’Agenzia Giridoro Viaggi.

La tendenza della città di Gela è in corrispondenza con quella nazionale. Solo due italiani su dieci, poco più di 10 milioni, si concederanno una vacanza, tra Pasqua e il ponte del 25 aprile. Lo ha rileva Confturismo-Confcommercio. Il dato è sostanzialmente in linea con lo scorso anno e sconta sia le incertezze del meteo che la collocazione bassa della festività.

Nel caso Gela si aggiunge la crisi. E se si optasse per una breve vacanza?
Si sceglie la Sicilia o le città d’arte italiane. Il nostro Paese diventa la meta preferita per i gelesi in questi gionri di primavere. A confermarlo le agenzie di viaggio.

“Le prenotazioni a noi pervenute-ci ha riferito Orazio- riguardano le città d’arte, come Firenze e Roma, ma anche Napoli”