Polemiche su Halloween. Don Giuseppe Fausciana: “Approcciatevi alla festa senza subirla”

I bambini la adorano, ma la festa di Halloween ha suscitato non poche polemiche e non solo perché è una festività pagana, ma soprattutto perché la sua presenza oscura da qualche tempo la cattolicissima festa di Ognissanti, che si celebra il primo novembre. A tal proposito, Don Giuseppe Fausciana ha voluto mandare un messaggio alle famiglie.  ” Approcciatevi alla festa senza subirla. Spiegate ai vostri ragazzi perché voi fate scelte diverse. Aiutateli ad approcciare la realtà con un pensiero critico. Nella nostra città conosco bene la situazione in cui si trovano tanti genitori che hanno figli in età scolare, quando a fine ottobre la città e le scuole si “addobbano” con i colori e la merceologia di HalloweenNon voglio sollevare un problema di tipo religioso – non dimentichiamo che è una festa pagana ma sottolineare che Halloween è una ricorrenza lontana dalla nostra cultura umanistica e pone una pressante questione culturale” . Il prete aggiunge: ” Travestendosi da mostri si esorcizza la paura, se ne fa una burla pittoresca perché questa nostra fragilità ci impedisce di fare davvero i conti con la morte. Per tale ragione è opportuno portare i ragazzi al cimitero per trovare la forza e la serenità di confrontarsi davvero con la nostra finitudine. È necessario sforzarsi di spiegarla ai nostri figli. È un processo faticoso e gli adulti oggi sono sempre meno capaci di fare fatica. Non serve avere atteggiamenti bigotti. Papa Francesco ci invita ad avere sempre un senso di vicinanza alla realtà, di affrontarla a viso aperto, di domandarsi che peso diamo alle cose. Ecco, penso che sia giusto vivere questi giorni con un atteggiamento responsabile: non devono necessariamente pioverci addosso, possiamo affrontarli, possiamo anche viverli, ma sempre con consapevolezza e spirito critico, prendendo le distanze da ciò che non condividiamo”

Tagged with: