Polo civico popolare: continuiamo il nostro impegno per la città

Si è tenuto ieri sera presso l’Hotel Sileno il primo Open day del Polo civico popolare. Il movimento è nato nello scorso aprile con l’obiettivo di essere un laboratorio di idee per la città, e che è rappresentato in consiglio comunale da Sandra Bennici e Guido Siragusa. L’incontro di ieri sera è stato una dimostrazione della volontà di proseguimento dell’impegno politico da parte dei tanti giovani che fanno parte del partito, e che collaboreranno con i due consiglieri per dare un contributo positivo alla crescita della città. Presenti i fondatori del movimento, che pur essendo una lista civica, fa parte dell’area moderata e cattolica. Ad accogliere il pubblico presente è stato Renato Mauro che assieme ad Antonio Gagliano, Santo Giocolano, Francesco Giudice e Rocco Minardi, hanno fondato il partito. “La Buona scuola di Renzi ha inciso molto sul risultato elettorale in città. Nonostante i grandi investimenti per la ristrutturazione di edifici scolastici, effettuati dalla precedente amministrazione, il malcontento per la riforma della scuola ha dirottato i voti verso il Movimento cinque Stelle. A questo si è aggiunta anche la questione Eni”.Questo quanto dichiarato dall’ingegnere Mauro. L’incontro di ieri ha rappresentato la costituzione ufficiale del Polo civico Popolare, presente un folto pubblico costituito principalmente da giovani professionisti. “Il nostro movimento – ci ha detto Sandra Bennici – è formato prettamente da giovani dotati di grande entusiasmo, modernità e voglia di cambiamento”. I componenti del movimento parteciperanno attivamente ai gruppi di lavoro che si costituiranno. “Vi sarà – ci ha detto Sandra Bennici –  una collaborazione continua tra componenti e consiglieri del partito, insieme interpreteremo i bisogni della città”. Il movimento farà valere in consiglio comunale anche il grande bagaglio di esperienza politica e amministrativa che hanno accumulato i dirigenti del nuovo organo. É intervenuto anche l’avv. Antonio Gagliano, che ha illustrato le regole sui cui si fonda il patto associativo.

Articoli correlati