Polo civico Popolare: dal mare lo sviluppo di Gela, soddisfazione per adesione area logistica integrata portuale

 Esprime la sua soddisfazione il Gruppo Consigliare  del  Polo civico Popolare per la firma  del protocollo d’intesa    per  l’adesione della Città di Gela e il suo porto nell’area  logistica integrata  portuale della Sicilia orientale , insieme alle città di  Messina , Catania, Siracusa e Pozzallo.
“È  stato  possibile raggiungere questo  importante risultato  grazie al lavoro sinergico tra  Giunta e Consiglio Comunale ,  in cui il  gruppo consigliare  del Polo Civico Popolare ha svolto insieme alle altre componenti un ruolo importante per determinare un voto favorevole  dell’atto d’indirizzo politico, con il quale si è dato mandato alla giunta di operare  per nome e per conto della Città.” Hanno riferito i due consiglieri Guido Siragusa e Sandra Bennici. 
“Siamo doppiamente contenti,  anche perchè – affermano –   abbiamo mantenuto  un  impegno programmatico del nostro  movimento, che sul sistema della portualità ha  assunto impegni ben precisi con gli elettori .
Infatti per il Polo Civico Popolare  cosi  come  menzionato nel  nostro programma ,  il fronte mare  rappresenta, per la nostra  idea di sviluppo ,una opzione   assolutamente strategica. “
 “La nuova portualità – continuano-  che per noi dovrebbe essere  rappresentato  dallo Yard industriale,  che se realizzato   dovrebbe consentire  il trasporto via mare  di grandi manufatti  industriali ,e lo sviluppo delle relative  attività metalmeccaniche ed  elettromeccaniche  legata alla loro costruzione” 
“Inoltre- concludono –  riteniamo assolutamente prioritario  il rilancio  della portualità esistente attraverso l’effettiva fruibilità a tutti gli operatori economici del «Porto isola»  ed un immediato  intervento di manutenzione  straordinaria  del porto rifugìo che contempli per evitare  il continuo insabbiamento, un modesto  allungamento  verso sud  dell’attuale  molo di ponente , e quindi  il dragaggio dell’intero bacino portuale  in modo da rilanciare la pesca ed il turismo. 
Per i due consiglieri queste  sono  alcune  delle  priorità ,  per le quali si rendono  disponibili  ad un confronto sereno  con l’amministrazione