Porto, si ricomincia con un nuovo progetto. Delusi ed esclusi gli operatori portuali

È tutto da rifare per il porto di Gela. L’attuale amministrazione comunale ha annullato il vecchio progetto il cui iter autorizzativo sarebbe stato in dirittura d’arrivo per ripartire da capo con uno nuovo. Una decisione che ha deluso e rammaricato gli operatori portuali e con loro anche i rappresentanti del Comitato del Golfo che da anni chiedono e attendono che il porto torni a essere fruibile. A rendere ancora più amaro questo boccone, però, è stata anche la decisione dell’amministrazione di estromettere dai prossimi tavoli tecnici proprio gli operatori portuali, che da anni si battono per la salvezza del porto. “Si parla sempre di grandi interventi, ma mai nulla di fatto – ha affermato Massimo Livoti, Presidente del Comitato del Golfo – ad oggi la situazione del porto è al collasso”. Il porto di Gela attualmente è quasi del tutto inagibile. Non può essere fruito né per scopi piacevoli, come potrebbe essere l’occasione di una gita in barca la domenica pomeriggio, né per questioni di sicurezza o emergenza che riguardano sia la piattaforma sia la Raffineria.

Articoli correlati