Prima nazionale per Gemma, uno spettacolo che ha raggiunto il cuore del pubblico

Si è aperto il sipario della rassegna teatrale “Epicicli” 2019.

Ad andare in scena sul palco del cineteatro Antidoto è stata “Gemma”, l’opera di Giada Costa, giovane attrice, scrittrice e regista. Una prima nazionale per X e Y, le due personalità di una protagonista poco più che ventenne, in costante lotta con la parte di sé anoressica e quella vorace.

Uno spettacolo dal profondo significato sociale, che si rivolge soprattutto ai giovani, mettendo in scena le contraddizioni e gli sbalzi d’umore di chi non riesce ad amare il proprio corpo e a vivere con questo un rapporto sano e di rispetto. Gemma viene messa davanti alla possibilità di scegliere tra l’uno e l’altro, tra X e Y. Scelta che riesce a raggiungere soltanto ascoltandosi veramente.

Una sala piena, quella di ieri sera, con un pubblico variegato di adulti e ragazzi. Sul palco due eccellenti attrici giovanissime, Maria Chiara Pellitteri e Silvia Trigona, che hanno magistralmente incarnato le due personalità. Un’interpretazione impressionante, che ha raggiunto il cuore dei presenti.

“Sono veramente felicissima di aver debuttato nella nostra città – ha detto Giada Costa, per la prima volta alla regia di uno spettacolo con attrici professioniste – è stata una sfida importante e sono molto soddisfatta, da qui partirà il bello”. A sostenere lo spettacolo l’Accademia di arti sceniche e il progetto clinico ‘Le Ginestre’.