Primavera dell’Arte 2017: buona la prima!

Comincia col botto il primo appuntamento della Primavera dell’Arte 2017.

La manifestazione, giunta ormai alla sua V edizione, ha coinvolto un vasto pubblico che ieri sera si è lasciato emozionare dal Vernissage, organizzato per l’occasione, “Dalle Dee madri, ai miti della rinascita” di Alessandro La Motta, a cura dell’archeologa Serena Raffiotta.

“La Primavera dell’arte è una manifestazione che incide positivamente sul territorio non solo perchè accende i riflettori sulla storia di Gela e sulle sue bellezze ma soprattutto perchè segnala problematiche, apre il dibattito su come sfruttare al meglio le potenzialità della nostra città”

Ha detto il Direttore del Museo Archeologico Regionale, Ennio Turco.

Il Sindaco, Domenico Messinese, intervenuto alla manifestazione  ha ringraziato l’associazione Geloi per aver organizzato l’evento e per la capacità di rendere vivi luoghi, come il Museo Archeologico, troppo spesso poco vissuti.

Il prossimo appuntamento è previsto per giorno 12 maggio alle Fortificazioni Greche di Caposoprano, dove verranno messe in scena le mini-olimpiadi organizzate dalla A.S.D Green Sport.

Il programma della Primavera dell’Arte 2017 è ricco di eventi che interessano le aree storiche della nostra città in un perfetto connubio tra storia e vivibilità degli spazi aperti alla collettività, per riappropriarci della nostra storia, per viverla nelle diverse declinazioni da cittadini attivi.

Occorre dunque emozionare per stimolare cittadini e associazioni, privati ed istituzioni a riscoprire l’identità storica, architettonica e culturale  del nostro territorio spesso sottovalutata.

La Primavera dell’Arte 2017: Archeologia ed Arte come facce della stessa medaglia; il passato ed il presente motori della Gela del futuro.

La Nuova Gela passa necessariamente dai suoi illustri trascorsi pre-ellenici e federiciani.