Pro Gela, 6 bellissimo!

Spettacolo ieri al Pala ITIS di “Piano Notaro!” Il Pro Gela di mister Fecondo asfalta il malcapitato e blasonatissimo Mascalucia, quinto in classifica ed in piena zona play- off. I gelesi, capitanati e trascinati da uno strepitoso Mirko Caglià il migliore in campo ieri con quattro gol e un assist, sono artefici di un risultato tennistico che ha esaltato il numeroso pubblico accorso alla palestra dell’ Istituto Tecnico Industriale. Sugli scudi oltre a capitan Caglià, sono andati i giovani Guaia e Martorana. Il match ha visto nei primi dieci minuti un Pro Gela arrembante, costantemente nella metà campo degli etnei, e vicino al gol in più di qualche occasione con uno scatenatissimo Guaia, che ieri ha veramente fatto la differenza, con Cinici e Caglià. Il gol però sembrava non volere arrivare per i nero- verdi. In tutto ciò si è aggiunta la traversa colpita da Invincibile dalla propria area di rigore e la traversa colpita da Gigi Marchese, forte laterale del Mascalucia e tra i migliori giocatori del panorama siciliano. Il gol è arrivato solo al 25′ con Mirko Caglià e il raddoppio pochi minuti dopo con il giovane Martorana, già protagonista con la juniores. Nella ripresa il Mascalucia si sbilanciava offrendo il fianco alle giocate dei gelesi che colpivano prima con Caglià al 5′ su assist di Guaia, che pochi minuti dopo firmava il 4-0 su assist del capitano. Al minuto 12 il gelese Marchese serviva precisamente Caglià che firmava il 5-0 e poi sempre il capitano dalla propria difesa si involava verso la porta degli etnei e firmava il suo personalissimo poker. Mister Zinna a fine match accuserà i propri i ragazzi di non essere mai scesi in campo e di essere rimasti al’ombra dell’etna. Sprizzava gioia da tutti i pori un soddisfatissimo Fecondo:” E’ stata una partita giocata veramente bene! Abbiamo esagerato e abbiamo sprecato pochissimo, cosa che fa scalpore vista la mole di occasioni da rete che sprechiamo in ogni partita. E’ stata una vittoria da squadra dove tutti hanno giocato bene, anche lo stesso Guaia è stato veramente superlativo in questa partita oltre al solito Caglià. Se avessimo le giuste motivazioni in ogni match, sarei certo che ci saremo potuti togliere delle grandi soddisfazioni, ma forse la mancanza di un vero obiettivo ci ha fatto capitolare contro squadre di certo meno blasonate (come il Marsala nella scorsa settimana, ndr).” Anche Mirko Caglià (21 gol in questo campionato per lui) è visibilmente soddisfatto:” Sono felice per come è arrivata la vittoria. Abbiamo giocato col dente avvelenato soprattutto per ciò che abbiamo subìto a Mascalucia nella gara di andata. Guaia è stato tra i migliori in campo: ha difeso bene e ha attaccato a testa bassa con altissima intensità. Abbiamo avuto molti problemi di rosa che non ci hanno permesso di allenarci regolarmente durante la settimana, ma alla fine in campo abbiamo messo l’anima. Adesso speriamo di continuare così.” La prossima settimana il Pro Gela farà visita alla prima del girone, il Futsal Regalbuto che in questa settimana ha pareggiato contro l’Ennese, tra le ultime della classifica.

Articoli correlati