Pro Gela: che prospettive?

Ecco cosa mi è arrivato ieri sera, dopo una chiamata che attendevo, comunque da tempo, ma che speravo non arrivasse.

COMUNICATO STAMPA
“La Pro Gela, dopo 33 anni di attività potrebbe lasciare la città di Gela.
In questa città nessuno vuole investire nello sport, le Istituzioni pubbliche sono assenti , nessun aiuto viene dato a chi si occupa di togliere decine di ragazzi dalla strada e portarli in una palestra.
Abbiamo, per tempo, lanciato un grido di allarme, quella che 5/6 anni fa era la capitale dello sport siciliano, stagione dopo stagione ha perso i pezzi più importanti partecipanti ai campionati più prestigiosi, il calcio (purtroppo forse di nuovo) il volley, il basket ora, visto che nessuno ci viene incontro, dopo 33 anni anche il calcio a 5.
L’importante titolo di C1 fa gola a tanti, fuori Gela, ed infatti sono in atto tre distinte trattative, una con una società del ragusano interessata al parco giocatori, una con una cordata imprenditoriale del catanese che potrebbe rilevare la Società in blocco per poi decidere se trasferirla o continuare la attività a Gela ed infine una con una società del nisseno interessata a rilevare il titolo ed un paio di giocatori.
Peccato ! Perché, con la riforma dei campionati che partirà proprio dalla prossima stagione il sogno, coltivato da oltre tre decenni, di poter essere promossi in serie B si era avvicinato moltissimo.
Quello di oggi è l’ultimo appello possibile affinchè la città non perda l’ultima storica società sportiva, non vi è molto tempo solo 1 settimana per decidere.”

Grazie per la collaborazione
Saluti
Antonio Caglià

Cosa aggiungere?

 

 

 

Articoli correlati