Pro Gela, sconfitta a testa alta

Terza giornata di ritorno per la Pro Gela impegnata nel campionato di Serie C1 di Futsal, ma non arriva la tanto agognata terza vittoria consecutiva. I nero-verdi gelesi si bloccano al Pala Oreto di Palermo cadendo sotto i colpi della Mabbonath, seconda in classifica. “Non è stata una partita molto spettacolare, a dir la verità, ma è stata molto tattica con i palermitani che hanno praticamente condotto il gioco per larghi tratti del match. Un possesso palla però sterile che non ha minimamente messo in difficoltà i miei ragazzi che hanno difeso piuttosto bene”- queste le parole di mister Fecondo a fine gara, visibilmente corrucciato per come è maturata la sconfitta. I palermitani non hanno creato clamorose palle-gol ma hanno dimostrato comunque di essere una buona squadra andando in rete nelle uniche due vere occasioni concesse dai gelesi. Tra i protagonisti di questo match spicca Salvatore Cauchi che, oltre a parare il rigore al minuto 11 ad uno dei più forti calcettisti del panorama regionale e nazionale (Andrea Di Trapani), si rende anche protagonista di buoni interventii che però non cancellano la pesante incertezza che permette ai palermitani di trovare l’1-0 sul finale della prima frazione di gioco. Nella seconda ripresa i gelesi provano a reagire, ma le sortite offensive non trovano l’effetto sperato. Al minuto 10′ piove sul bagnato per la Pro Gela: Caglià, il capitano, rimedia il secondo giallo e va anzitempo sotto la doccia. La Mabbonath non approfitta della momentanea superiorità numerica e, quando il quintetto gelese si ricompone, mister Fecondo passa alla tattica del portiere di movimento che porta al pareggio con la rete di Orazio Bascietto. Nel totale equilibrio però sono ancora i palermitani a trovare il vantaggio allo scadere con Di Trapani che firma così la sua personale doppietta. “Non posso rimproverare nulla ai miei ragazzi. Quest’oggi avevamo bisogno della giocata del singolo, ma non siamo stati fortunati come nella scorsa settimana (il gol di Di Bartolo contro il Cus, ndr). Adesso ci apprestiamo ad affrontare l’Assoporto, un’altra squadra tosta, con troppe assenze pesanti (squalificati Caglià, Cinici e Nicoletti, ndr).” La Pro Gela dunque comincia il suo mese di fuoco con una sconfitta e al Pala ITIS Sabato servirà un’impresa per uscire indenni contro l’Assoporto che gode al momento di un ottimo periodo di forma e della presenza di Lucas Bocci, il brasiliano che sembra andare in rete sempre più con estrema facilità.