Pro Gela, tre gol al CUS e sesto posto

Seconda gionata di ritorno e seconda vittoria consecutiva per la Pro Gela nel campionato di Serie C1 di Calcio a 5. Al Pala ITIS si presenta, forte anche del sesto posto in classifica, un arrembante CUS Palermo che però qui a Gela mostra tutti suoi limiti. In poco più di un’ora di gioco gli ospiti tirano praticamente soltanto una volta nello specchio della porta gelese difeso da Salvatore Cauchi, poi più nulla. E’ la Pro Gela a condurre il match fin dalle prime fasi del primo tempo. Prima Capizzello, poi Guaia, Marchese e Caglià in un quarto d’ora fanno letteralmente “vedere i sorci verdi” ai palermitani che comunque riescono a resistere agli attacchi dei gelesi. Il CUS, limitandosi a una buona fase difensiva, sembra avere come obiettivo della giornata quello di limitare i danni. Di Bartolo comincia a prendere le misure della porta con un paio di bordate dal limite, ma niente, l’intento dei palermitani riesce: il primo tempo si conclude a reti inviolate, 0-0. Nella seconda frazione di gioco il copione è sempre lo stesso: il CUS rinuncia ad attaccare e si limita a difendere in maniera ordinata. I primi 15′ minuti non regalano particolari emozioni nonostante la buona volontà di Caglià e compagni. A questo punto sembra che solotanto una magia possa sbloccare il risultato ed è proprio Di Bartolo ad estrarre il coniglio dal cilindro: Capizzello cambia gioco sulla sinistra, Di Bartolo mette palla a terra, con un gioco di gambe disorienta il rispettivo avversario e scaraventa in rete con un potente sinistro in diagonale. A questo punto la partita si mette in discesa per gli uomini di mister Fecondo: la Pro Gela si mette comoda ad aspettare gli attacchi dei palermitani che tuttavia non riusciranno minimamente ad impensierire la retorguardia nero-verde. Su una ripartenza Guaia scambia con Capizzello che gli rende il pallone sulla linea della porta ed è 2-0. Il Pala ITIS diventa una bolgia, ma non è ancora finita. Guaia riprende il pallone e lo serve di nuovo a Di Bartolo che firma il più semplice dei gol e la sua personale doppietta ponendo fine al suo lungo digiuno:”E’ stata una partita importante per la squadra. Il gol mi mancava, ma la cosa importante è che siano serviti ad ottenere questi tre punti importantissimi”- queste le dichiarazioni dell’autore della doppietta, che continua:”Sono ancora all’80%, è forse anche il miglior momento di forma da quando sono tornato e dopo l’infortunio. Adesso pensiamo a far bene perchè, se siamo sesti adesso dopo un girone di andata giocato maluccio, potremo toglierci delle belle soddisfazioni.” Anche mister Fecondo si concede qualche insolito sorriso:”Sono contento per le risposte che la squadra mi ha dato in campo. Dopo la sconfitta di Kamarina (inaspettata per 9-2, ndr) ho chiamato a rapporto la squadra e oggi abbiamo visto che siamo sulla strada giusta e non aver preso gol inoltre è una grandissima soddisfazione.” La Pro Gela nelle prossime settimane è chiamata alle armi contro gli squadroni che militano nelle prime cinque posizioni in classifica:”Le prossime partite ci diranno di che pasta siamo fatti. Io ricordo sempre ai miei ragazzi che se continueranno a giocare come hanno fatto quest’oggi, saranno in grado di battere chiunque. Sicuramente adesso che abbiamo recuperato pienamente Di Bartolo e Guaia e avendo a disposizione di nuovo Marchese la squadra è al completo.”
Nel frattempo la Pro Gela esulta per le convocazioni in rappresentativa di Emanuele Brasile e Simone Martorana, il futuro della società nero-verde. 

Articoli correlati