Proiettile in busta per il Capo della Squadra mobile nissena Marzia Giustolisi. Solidarietà dai deputati del M5S

Un proiettile è stato recapitato con una busta anonima  al capo della squadra mobile di Caltanissetta, Marzia Giustolisi, che lavora al fianco dei pm nisseni nella delicata indagine sull’ex presidente di Confindustria SiciliaAntonello Montante accusato di “concorso esterno in associazione mafiosa”
E’ il secondo atto minatorio di questo tipo nella città nissena in poche settimane: dieci giorni fa, una missiva dallo stesso contenuto era stata recapitata al Procuratore Amedeo Bertone.
Inoltre, pochi giorni prima, anche il presidente regionale dell’Antimafia, Claudio Fava, aveva ricevuto una busta contenente un proiettile.
Solidarietà è stata espressa dal gruppo parlamentare del Movimento 5 stelle all’Ars al capo della Squadra Mobile nissena  Marzia Giustolisi per l’atto intimidatorio subito.
“In queste settimane – spiegano i deputati M5S all’Ars – si registra una preoccupante escalation di episodi intimidatori che tendono a minare la serenità di forze dell’ordine e inquirenti”.

“Alla dottoressa Giustolisi e alle donne e gli uomini che lavorano al suo fianco, giunga la nostra vicinanza” concludono i deputati.