Promozione: Macchitella cade in casa; Atletico corsaro nel ragusano

Doppio impegno con le ragusane per le gelesi impegnate nel campionato di Promozione. Il Macchitella ha ricevuto la visita del forte Ragusa Calcio, l’Atletico Gela invece ha fatto visita al Marina di Ragusa. I biancorossi, pur giocando un ottimo primo tempo, non centrano la quarta vittoria consecutiva e cadono tra le mura amiche per 3-1. La partita non è stata di certo entusiasmante, ma la squadra del presidente Greco ha giocato in maniera ordinata la prima frazione di gioco passando anche in vantaggio con il gol del solito Castania che raccoglie l’assist di Parisi. Le occasioni da gol non sono state moltissime, ma già sul finale del primo tempo si poteva ben intuire che la seconda frazione di gioco non sarebbe stata di certo una passeggiata per gli uomini di mister Fausciana. Nella ripresa accade ciò che una squadra non dovrebbe mai permettersi: un incredibile calo di concentrazione e dei grossolani errori difensivi hanno di fatto regalato i tre punti al Ragusa. In un quarto d’ora, i primi quindici minuti della ripresa, gli ospiti segnano tre gol che infrangono di fatto i sogni della quarta vittoria consecutiva e in un “Presti”, non di certo gremito ma che ha visto una buona presenza di pubblico (anche per via dell’ingresso gratuito), una buona fetta i pubblico ha abbandonato gli spalti. Un passo indietro che intristisce l’ambiente del Macchitella Calcio, ma che comunque non  compromette la situazione in classifica: i biancorossi infatti si mantengono a distanza dalla zona play-out lontana sei punti. 
Vince invece contro il Marina di Ragusa l’Atletico Gela del presidente Paradiso. Il protagonista potrebbe anche essere l’autore del gol, l’ormai solito Ascia con 17 gol in stagione, ma il vero artefice della vittoria giallorossa è stato il portiere Polessi: l’estremo difensore gelese si prende la soddisfazione di parare un rigore al 30′ del primo tempo a Leone, ex bomber giallorosso, e consente alla sua squadra di rimanere in partita nonostante la prova incolore. I gelesi infatti hanno subìto i continui attacchi dei ragusani: Leone si è reso pericoloso in più di qualche occasione ma Polessi ha più volte risposto presente quando è stato chiamato in causa. Al 20′ della seconda frazione di gioco, Giarratana si fa espellere e costringe gli undici di mister Misiti a giocare in inferiorità numerica. Dopo le sciagurate occasioni mancate dagli attaccanti ragusani, Ascia approfitta dell’unico errore della difesa dei padroni di casa (nonostante qualche timido tentativo di Scudera nel primo tempo) e al minuto 36′, a dieci minuti dalla fine, trova l’inaspettato vantaggio che rimarrà tale fino a fine match nonostante le continue sortite offensive degli avversari. L’Atletico così porta a casa tre punti in un giornata piuttosto complicata e si porta a quattro lunghezze dalla seconda in classifica, che ha osservato un turno di riposo, tenendo a bada il Canicattì e il Ragusa Calcio.