Prorogata mostra di foto d’epoca: gli adulti di oggi si rivedono bambini in scatti senza tempo

Prorogata fino al 28 febbraio la mostra di fotografie d’epoca dei collezionisti Franco Pardo e Francesco Cerniglia presso la sala congressi di Macchitella.

Organizzata dal Centro di Cultura e Spiritualità Cristiana “Salvatore Zuppardo”, diretto da Andrea Cassisi, la mostra presenta immagini scolastiche di ogni epoca, da quando Gela si chiamava Terranova di Sicilia ai nostri giorni.

Tanti i volti noti che hanno fatto la storia della nostra città e tanti i ragazzi meno conosciuti che hanno lavorato per aiutare le loro famiglie e far progredire la comunità.

A sfilare davanti a quelle foto ormai consumate dal tempo i professori Giorgio Romano, Nicola Passaniti, i giornalisti Renzo Guglielmino, Rocco Cerro, Domenico Russello, Gino Alabiso, Franco Infurna, Emanuele Zuppardo, Liliana Blanco, che ha scoperto il papà Giuseppe che insegnava lingua francese e ancora il dottor Incardona, che ha osservato meravigliato tutte le foto in cui è presente il suocero Virgilio Argento, illustre preside, scrittore ed educatore per tanti anni nella nostra città.

Nelle foto si sono ritrovati anche tanti pittori come Antonio Occhipinti, Carmelo Altovino, Pietro Attardi, Giuseppe Santopà, Pino Polara e Giuseppe Forte, venuto da Cefalù per visitare la mostra. Tanti i ricordi che riaffiorano, passioni e ideali adesso scomparsi, tante presenze che ci parlano di movimenti , associazioni, partiti, lotte e dibattiti politici.

La mostra svela una città diversa, ragazzi e ragazze sui banchi di scuola, i tanti adulti di oggi che si ritrovano bambini insieme ai loro docenti, ragazzi che sono diventati medici, avvocati, ingegneri, parlamentari, giornalisti e artisti, uomini politici e sindaci della città. Una mostra, infine, che è anche la storia del costume e della fotografia di epoche diverse.