“Puliamo il mondo”, salta l’iniziativa della Legambiente per protesta dei residenti

È saltata l’iniziativa di Legambiente “Puliamo il mondo” per una protesta dei cittadini. I volontari e alcuni bambini dell’Enrico Solito, della Santa Maria di Gesù e delle Benedettine avrebbero dovuto pulire stamattina il Giardino dell’Acropoli, ma sono stati subito bloccati dai residenti della zona che hanno manifestato il proprio dissenso per le condizioni di degrado e abbandono del giardino. Una protesta scaturita da anni e anni di appelli rimasti inascoltati affinché venisse ripulita e risistemata l’intera zona, in cui è possibile trovare di tutto, dalle cartacce alle bottiglie di plastica e di vetro agli escrementi, anche umani purtroppo. “Non stiamo manifestando contro le iniziative di Legambiente – hanno dichiarato i residenti – ma contro la condizione vergognosa in cui siamo costretti a vivere. Siamo stanchi, qui accade di tutto, questo giardino ormai è diventato una discarica a cielo aperto e siamo addirittura a due passi dal Museo”. “Le nostre iniziative – ha aggiunto Erika Longo, Vicepresidente della Legambiente – mirano a sensibilizzare i più piccoli al rispetto dell’ambiente, hanno un forte valore educativo. Chi si lamenta dovrebbe solo scendere in strada e contribuire a dare il buon esempio, noi facciamo il nostro. È chiaro che i bambini non avrebbero toccato nulla se non carta e plastica, al resto avremmo pensato noi, ma i residenti si sono opposti”. L’iniziativa, di carattere internazionale, si svolge a Gela da anni e proprio l’ultima volta aveva visto la pulizia del Bosco Littorio.