Puntura d’insetto fatale per un nisseno

Era un nisseno il 42enne morto ieri per uno shock anafilattico a seguito di un puntura di insetto. Nato a Vallelunga ma trasferito a Roghi dei Legionari (Gorizia) dove svolgeva il lavoro di ferroviere, Salvatore  è deceduto ieri, lasciando nello sconforto la moglie e i due figli.

Secondo quanto riportato da Ansa l’uomo stava facendo dei lavori di manutenzione alla sua moto posteggiata sotto casa, quando ha avvertito un forte dolore al piede. Subito la chiamata al 118 e l’arrivo dell’ambulanza, ma per il giovane non c’è stato nulla da fare. Salvatore è morto subito dopo l’arrivo all’ospedale San Paolo di Gorizia, e sarà l’autopsia a chiarire le cause della morte.

Adesso cresce la paura. Di solito le punture d’insetti non sono pericolose. Le punture potrebbero rappresentare un pericolo per i bambini molto piccoli e per i soggetti che sono allergici al veleno per i quali esiste il rischio che si verifichi il cosiddetto “shock anafilattico” che coinvolge il sistema circolatorio e il sistema respiratorio e che richiede un intervento medico immediato. Sono tante le specie di insetti che,  attraverso il loro pungiglione, immettono nella cute sostanze irritanti o veri e propri veleni.