Qualità della vita 2015: la provincia di Caltanissetta indietreggia di 9 posizioni. Settima provincia della Sicilia

Caltanissetta alla 102esima posizione nella classifica stilata dal Sole 24 Ore sulla qualità della vita delle 110 province italiane , basata su tenore di Vita, Pil, svago, servizi e ambiente, ordine pubblico e lavoro. La provincia nissena è indietreggiata di otto posizioni, visto che nella classifica 2014 era al 94esimo posto. L’ultima della classifica, arrivata alle sua ventiseiesima edizione,  è Reggio Calabria. mentre le regina in testa alla classifica è Bolzano. A Milano si vive meglio rispetto al passato. Tanto che si piazza al secondo posto in Italia e rispetto all’ottavo posto del 2014, per Milano è un salto record: infatti, dopo aver raggiunto la quarta posizione nel 2005 (in condominio con Ravenna e Aosta) aveva fatto segnare una lenta e continua discesa. Fino al 21° registrato nel 2010. Poi l’inversione di tendenza: anno dopo anno è cominciata una progressiva scalata, culminata nel secondo gradino del podio raggiunto nel 2015. Un successo, dopo quello di Expo, ottenuto grazie all’eccellenza raggiunta nel parametro del “Tenore di vita”. Tornando alla speciale graduatoria del Sole 24 Ore, Bolzano è la provincia in cui si vive meglio in tutta Italia, Reggio Calabria quella in cui si vive peggio, mentre Prato è il posto migliore per il business. Roma invece (al 16° posto) arretra di quattro posti in un anno nell’indagine che mette a confronto la vivibilità delle province italiane rispetto a sei aree tematiche (servizi/ambiente/salute, popolazione, ordine pubblico, tempo libero, tenore di vita, affari e lavoro) per totali 36 indicatori. Per Servizi Ambiente e Salute la più efficiente risulta Monza e Brianza.ell’edizione 2015 della ricerca del Sole 24 Ore sulla Qualità della vita nelle province italiane è Bolzano a salire ancora una volta sul podio, accompagnata da Trento che si colloca in terza posizione. Ma la sorpresa di quest’anno è il secondo posto di una grande provincia, Milano. Mentre Roma scende al 16esimo posto. Nella parte bassa della pagella finale si trova invece una concentrazione di centri del Mezzogiorno, con Reggio Calabria sull’ultimo gradino, Vibo Valentia al penultimo e statisticamente poco distante dalla provincia al di là dello Stretto, Messina al 104esimo posto.Delle province siciliane al primo posto cè Ragusa al 78esimo posto, seguita da Siracusa, 90esima posizione, Enna 93esima posizione, Catania 95esima, Trapani alla 96 esima posizione, Agrigento 97esima, Caltanissetta 102esima, Messina alla posizione 104 e Palermo 106.

Articoli correlati