Quasi 500 abusivi in case popolari del nisseno. Tanti a Gela e Caltanissetta. Solo 200 sanatorie presentate

Sono quasi 500 gli alloggi in tutta la provincia nissena occupati da gente senza titolo. Di questi il primato ce l’ha Gela e Caltanissetta, seguite da Niscemi, Riesi, Sommatino.

E finora sono solo 200 le richieste inviate allo Iaccp (istituto autonomo delle case popolari) di Caltanissetta per la sanatoria prevista per chi negli anni scorsi ha occupato abusivamente gli alloggi popolari.

Con il via libera della Regione (nell’ambito della Finanziaria 2018, che all’articolo 72 ha esteso al 31 dicembre del 2017 la normativa che prevedeva la possibilità di sanare la posizione di coloro che avevano occupato un appartamento pubblico prima del 31 dicembre 2001) si è dato via al progetto ambizioso di cercare di azzerare la lista d’attesa per ottenere un alloggio popolare grazie alla regolarizzazione degli abusivi

Basterà fornire la documentazione corretta che dimostri che l’occupazione dell’immobile sia precedente al 31 dicembre 2017 e un Isee che rientri nei parametri per l’assegnazione di un alloggio popolare. Seguendo le linee guida, chi fino ad oggi rientrava fra gli occupanti irregolari sarà tenuto però a pagare i canoni arretrati.

Delle richieste la maggior parte arriva da Caltanissetta, poche naturalmente se consideriamo l’alto numero degli abusivi in provincia.