Quattro carri allegorici, gruppi e balli: gli appuntamenti con il carnevale niscemese

Continuano gli appuntamenti con i festeggiamenti del Carnevale di Niscemi dedicato a “U ritornu ri Peppi Nappa 6 u divorziatu”, il mitico personaggio della tradizione simbolo del Carnevale locale.

Dopo la prima sfilata dei carri allegorici e dei gruppi in maschera che si è tenuta domenica scorsa, e che ha dato il via al Carnevale di Niscemi, da domenica mattina alle 9:00 fino a martedì sera 13 febbraio, sarà un susseguirsi di sfilate di carri, di gruppi in maschera, di musica e balli animati dalle scuole di ballo “One free time center, M3 Studio e Dance cool” .

Domenica mattina con inizio previsto alle 9:00 dalla zona del viale Mario Gori  tra le case popolari ed il Commissariato di polizia,è prevista  una sfilata dei carri allegorici e dei gruppi in maschera che attraverserà le vie Samperi, XX Settembre, Umberto e con conclusione in piazza Vittorio Emanuele.

Seguiranno all’arrivo in piazza la presentazione dei 4 carri allegorici e le attività di animazione a cura delle tre associazioni di danza sportiva.

Alle 16, da piazza Vittoriio Emanuele riprenderà un’altra sfilata dei carri allegorici e dei gruppi in maschera che attraverserà le vie Umberto, Ponte Olivo, Pirandello, viale Mario Gori e con conclusione prevista nella zona alta di via Marconi, con musica e balli animati dalle tre scuole di ballo.

Lunedì 12 febbraio dalle 16 alle 18, si terrà in piazza Vittorio Emanuele il concorso “La maschera più bella”, a cura di Gianni Alma e Luciano “Giocattoli”.

Seguirà alle 19 uno spettacolo per i più piccoli a cura della scuola dell’infanzia “Snoopy”.

Parallelamente, durante la “Tre giorni” del Carnevale, sarà allestita una mostra di disegni realizzati dai bimbi della scuola dell’infanzia sia pubblica che privata sul tema “ Crea una maschera… usa la tua fantasia”.

Ciò nell’ambito di un concorso patrocinato dal Comune e promosso dalla “Caritas Oasi Gesù misericordioso” di cui è referente Alfonso Parisi.

I disegni primi tre classificati, vagliati da una qualificata giuria, saranno premiati martedì pomeriggio in via Marconi.

Martedì 13 febbraio, il Carnevale di Niscemi prosegue con un’altra sfilata dei carri allegorici e dei gruppi in maschera alla quale parteciperanno in maschera tutti gli alunni delle scuole e che avrà inizio alle 9 dalla via Marconi.

Il lieto corteo attraverserà le vie Salvatore Noto, XX Settembre e si concluderà nella zona alta della via Marconi con i saluti da parte dei dirigenti scolastici ed il proseguimento delle attività di animazione curate dalle tre scuole di ballo.

Alle 16 la ripresa delle attività di animazione, musica e ballo nella zona alta della via Marconi, curate dalle tre scuole di ballo ed in serata a conclusione del Carnevale di Niscemi, il pupazzo di “Peppi Nappa 6 u divorziatu” sarà dato alle fiamme.

Un Carnevale quello di Niscemi riportato agli antichi fasti e che l’Amministrazione comunale diretta dal sindaco Massimiliano Conti, ha promosso attraverso gli assessorati al turismo e spettacolo presieduto da Adelaide Conti ed alla cultura, di cui è delegato Alessandro Mongelli.

Hanno collaborato le associazioni di ballo, di volontariato e gruppi di cittadini volenterosi che hanno realizzato con fantasia i quattro giganteschi carri allegorici: “Walt Disney” (realizzato da Franco Cannia, Lucio Avila e Vincenzo Pitrolo, con la collaborazione dell’associazione di danza sportiva “One free time center” di Toni Mantello e Sonia Alessi); “Sicilia Bedda” (realizzato dalla famiglia Ferrera con la collaborazione della scuola calcio “Santa Maria” e dell’associazione sportiva “Tiger school”); “Ufo”, (realizzato da Fabio Minardi, Luca Tizza, Nicolò Paci e Gianfranco Iannitto, con la collaborazione dell’associazione di danza sportiva “Dance Cool” di Gaetano Parisi e Maria De Los Sueños); “Scooby-Doo” (realizzato da Rosario, Giuseppe e Franco Di Corrado, Rosario La Marca, Gandolfo Virga, Massimo Buzzone e Vincenzo Pardo con la collaborazione dell’associazione di danza sportiva M3 Studio di Federica e Giulia Maugeri e Viviana Militello).