Quella “saia” invasa da zanzare. Uomo costretto alla cure mediche. I residenti di via Piermarini e via Ingres chiedono aiuto

Dalle foto sembra di essere in aperta campagna, invece sono scattate nel centro abitato di Gela.

Si tratta del quartiere Settefarine, esattamente nelle vie Giuseppe Piermarini e Ingres Jan A.

Lì vi regna il degrado più assoluto. Erba altissima e canne su una sorta di palude creata dalla pioggia e dall’acqua che vi scorre, un canale che in dialetto gelese è detto “saia” che sta rendendo la vita impossibile ai residenti.

Insetti di ogni tipo. Zanzare a migliaia e poi  ratti, blatte e serpentelli che lì vi regnano.

“Siamo costretti a stare rinchiusi in casa” ha detto la signora Giuseppina che lì ha la sua abitazione. Il marito giorno 2 giugno scorso è stato costretto a ricorrere alle cure del Pronto soccorso per una puntura di insetto che gli ha procurato una sorta di shock. Si sta curando con gli antistaminici.

Ed ecco che si eleva una richiesta di aiuto per quei luoghi insalubri, dove vi vivono bambini, anziani, famiglie.

Tutti in coro chiedono all’amministrazione di intervenire e ripulire quell’area il cui degrado va avanti da tempo.

Articoli correlati