Question time: lavoratori Tekra in aula. Ecco le interrogazioni affrontate

Consiglio comunale, come già preannunciato, con assedio pacifico fa parte dei lavoratori di Tekra, senza stipendio da due mesi. Dopo il sit in di stamani i lavoratori si sono presentati stasera durante la seduta del question time.

Ciò che chiedono i lavoratori è un intevento da parte dell’amministrazione su Tekra affinche questa provveda al pagamento, anche perchè la società che si occupa della raccolta differenziata in città è stata già pagata dal comune per tutte le fatture spettanti.`

Il motivo allora del mancato pagamento agli operai riguarda la riscossione delle fatture dei servizi aggiuntivi che ammontano a due milioni di euro, ormai facenti parte dei debiti fuori bilancio.  

La questione ha portato un faccia a faccia tra l’assessore Fabrizio Morello e il consigliere Giovanni Panebianco. il consigliere di  Gela Città ha  chiesto delle risposte sui ritardi nei pagamenti agli operai. “Una inadempienza contrattuale per cui alle Tekra spetterebbero, secondo il capitolato speciale d’appalto, delle sanzioni” ha detto il consigliere che ha esortato l’amministrazione ad una risoluzione del contratto con la società Tekra.

L’assessore Morello, ha sottolineato come la giunta abbia assicurato i pagamenti di tutti i canoni, con rispetto delle scadenze. “Al momento del nostro insediamento ci siamo trovati davanti una esposizione debitoria verso Tekra di oltre quattro milioni di euro. Abbiamo deciso di dare priorità ai canoni e di ridurre al minino i servizi aggiuntivi”. Ha affermato Morello.  

Domani per trovare una soluzione alla questione ci sarà un incontro in  prefettura.

Intanti\o il consiglio ha avuto inizio con una interrogazione presentata dal Pd  e che riguarda la delibera di giunta del conferimento di un incarico da 14 mila euro ad un esperto esterno, Giuseppe Martorana, per partecipare al programma Azioni Urbane Innovative. È stato lo stesso capogruppo del Pd, Vincenzo Cirignotta, a intervenire e a contestare la decisione dell’amministrazione di  affidare l’incarico senza un bando di selezione . Sulla questione ha preso la parola  l’assessore Francesco Salinitro, che ha sottolineato come l’incarico permetterà di intercettare fondi europei e che  la legge prevede che l’assegnazione ad un esperto esterno possa  avvenire sotto forma di incarico di fiducia, quando l’importo sia inferiore ai 40 mila euro.

Anche la questione “acqua solo durante il giorno” è stata affrontata durante il consiglio. Ma il consigliere Carmelo Casano ha sottolineato: “Purchè la questione non diventi uno slogan politico”. Il consigliere Guido Sirugusa non ha voluto affrontare la sua interrogazione sulla Street Control, anche perchè in aula era assente l’assessore Eugenio Catania.

Articoli correlati