Raggiunto accordo su revisori dei conti e commissioni, ma per Scerra é inciucio tra Pd e Cinque Stelle

Maria Assunta Cattuti, Katia Gulizzi e Graziano Ponzio sono i tre componenti eletti per il collegio dei revisori dei conti del prossimo triennio. Sono rimasti fuori Francesco Pollicino, appoggiato da consiglieri di Reset 4.0, e Giovanni Tomasi, sostenuto soprattutto da alcuni consiglieri di area democratica. Il consigliere Salvatore Scerra di Forza Italia, davanti il risultato del voto sul collegio dei revisori, ha denunciato “l’inciucio Pd-Movimento 5 Stelle”, sottolineando addirittura che fossero  preferenze “controllate”. Di inciucio Pd e Movimento 5 Stelle, il consigliere forzista ha parlato anche  nell’istituzione  delle commissioni consiliari. I consiglieri dopo aver rifiutato la griglia proposta dal presidente Alessandra Ascia, hanno approvato la griglia presentata dal consigliere di “Gela Città’ Giovanni Panebianco. Griglia approvata anche grazie alla non opposizione del Movimento 5 Stelle.  Da qui le dichiarazioni  ancora una volta del consigliere Salvatore Scerra che ha accusato i 5 Stelle e una parte del Pd vicina a Fasulo di aver fatto l’inciucio. “I cinque stelle in questo modo hanno assicurato la continuità amministrativa”, ha detto Scerra che assieme a Crocifisso Napolitano ha abbandonato l’aula, in protesta, prima del voto. Invece l’unione del gruppo consiliare democratico é stata ribadita dal Vice  capogruppo del Pd Carmelo Orlando, subito aver espresso il voto favorevole alla griglia Panebianco. Il messaggio di Orlando era chiaramente rivolto ai compagni di partito che  hanno sostenuto la griglia approvata e cioè Romina Morselli, Giuseppe Ventura e Antonino Biundo. Queste le nomine della griglia di Panebianco:  Guido Siragusa, Vincenzo Cascino, Cristian Malluzzo, Antonino Biundo, Salvatore Gallo ( Urbanistica); Bilancio Romina Morselli, Sandra Bennici, Salvatore Scerra, Simone Morgana e Vincenzo Cirignotta ( Bilancio); Carmelo Orlando, Angela Di Modica, Anna Comandatore, Antonio Torrenti e  Vincenzo Giudice ( Sviluppo Economico) ;  Luigi Di Dio, Sara Bonura, Salvatore SammitoCarmelo Casano e Angelo  Amato (Cultura); Virginia Farruggia, Salvatore Farruggia, Crocifisso  Napolitano, Maria Pingo e  Giuseppe Ventura ( Ambiente e Sanità); Carmelo Casano, Giuseppe Guastella
Giovanni Panebianco, Sarà Cavallo e Francesca Caruso ( Affari Generali). 

 

 

Articoli correlati