Randagi aggrediscono due ragazze, due signori intervengono per difenderle

Avrebbe potuto avere conseguenze diverse l’aggressione di oggi pomeriggio da parte di alcuni randagi ai danni di due ragazze con una bambina nel passeggino.

Il racconto è di un cittadino che, visto quanto stava accadendo, è intervenuto per aiutarle a difendersi dal branco. Uno scenario visto e rivisto, che torna a ripetersi. L’ennesima tragedia sfiorata in una città dove il randagismo continua a far parlare, alimentando la paura.

“Scendevo con la macchina in viale Indipendenza – ha detto – quando mia figlia ha urlato, avvisandomi di ciò che stava succedendo”.

Nessuna esitazione, si è fermato subito per intervenire e, come lui, anche un altro signore. Sono dunque riusciti a far allontanare i cani e ad accompagnare poi le ragazze fino a viale Corte Maggiore.

“È bene quel che finisce bene – ha concluso – ma dobbiamo aspettare delle vittime prima di ripulire Gela dai randagi?”.