Rapina con un complice il centro scommesse Gold Bet. Arrestato minorenne

Armati di pistola e coltello rapinano il  centro scommesse Gold Bet di Niscemi,  arrestato un nimorenne niscemese, il complice è riuscito a fuggire. L’episodio è avvenuto ieri pomeriggio, quando una pattuglia degli  agenti del Commissariato di Niscemi, coordinata dal Commissario Andrea Monaco mentre era impegnata in viale Gori nella attività finalizzata  alla prevenzione e repressione dei reati quali furti e rapine, è stata attratta dalle grida di un uomo che segnalava una rapina al centro scommesse.
I due individui armati di pistola e coltello si erano dati già a precipitosa fuga in direzione di Via Kennedy. Giunti nei pressi dell’intersezione stradale tra la via Kennedy e la via Officina elettrica i poliziotti hanno notato  transitare quattro persone, tra cui un uomo di colore, che correndo si dirigevano verso Largo Spasimo. Dei quattro soggetti individuati, due avevano il volto travisato da un passamontagna. I poliziotti si sono messi a inseguire i soggetti incappucciati  riuscendo a bloccare uno dei due grazie anche all’aiuto del soggetto di nazionalità nigeriana che senza indugio si è prodigato ad aiutare il personale di polizia afferrando per una mano il rapinatore.
 
Il giovane, nonostante fosse scivolato per terra, ha tentato  invano di reagire per cercare di guadagnarsi una via di fuga , anche brandendo contro il personale operante un coltello, tentativo risultato vano grazie alla prontezza e professionalità degli operanti che sono riusciti a disarmarlo e a sfilargli il passamontagna.
Nel corso di queste concitate fasi, dalle tasche del giubbotto del giovane sono fuoriscite diverse banconote stropicciate  e alcune monete per l’ammontare di circa 100 euro, parte del provento della rapina poco prima perpetrata che venivano sequestrate.
Il giovane  dovrà rispondere di flagranza  del reato di rapina aggravata in concorso, e dopo le formalità di rito è stato condotto presso l’Istituto Penale per Minorenni di Caltanissetta, a disposizione della Autorità Giudiziaria competente.

Articoli correlati