Referendum: Cgil tra la gente. Giudice: non si cancellano i diritti conquistati

Proseguono il volantinaggio e le inziative della Cgil provinciale per la promozione dei due referendum che riguardano l’abrogazione dei  voucher e l’introduzione della responsabilità in solido negli appalti e sub appalti nel mondo del lavoropresso. Stamattina i sindacalisti, tra cui ilsegretario Ignazio Giudice si sono revati al mercato settimanale di Caltanissetta situato a apian del Lago. Il sindacato denuncia l’inerzia del Governo Nazionale nel fissare la data del voto e denuncia la poca attenzione dello stesso Governo nel rimodulare l’utilizzo dei voucher che sempre più ha sostituito l’assunzione e quindi la piena tutela contrattuale delle lavoratrici e dei lavoratori. La confederazione sindacale ha già promosso un direttivo specifico a Riesi e nell’arco di 2 settimane ha incontrato migliaia di cittadini in tanti Comuni della provincia e nei luoghi di lavoro.
 L’attenzione dei cittadini – ha dichiara Ignazio Giudice Segretario Generale CGIL Caltanissetta-  è elevata e ciò ci fa ben sperare per superare il quorum e ottenere 27 milioni di SI ai 2 quesiti referendari. Il diritto alla malattia, alla maternità, all’infortunio ed alla pensione sono conquiste che non si possono cancellare! Oggi, anche i cittadini di Caltanissetta, hanno risposto con curiosità e autentica attenzione.”
 

Articoli correlati