Referendum Trivelle: Gela la percentuale più bassa dell’isola

Gela, con affluenza tra le più bassa di’Italia, dove gli aventi diritti al voto hanno disertato per la maggior parte le urne del Referendum contro le trivellazioni entro le 12 miglia dall costa per tutta la durata del giacimento. Solo il 17% ha votato. Segno che si è fatto poca pubblicità sui motivi del no e su quelli sì, o la paura di una compromissione del protocolo dIntesa firmato al Mise il 6 novembre del 2014, che prefede anche le perforazioni? Anche la provincia di Caltanissetta tra le più basse in Sicilia, la percentuale raggiunta è del 22%, contro il resto dell’isola che ha raggiunto il 28%. Nella lunga giornata di ieri che è iniziata alle 7:00 fino nalle 23:00, in Italia si è recato alle Urne il 32,19%, di questi l’80% ha scelto il Sì, il resto il No. Contenti del risultato nazionale i pentastellati, i No Triv, e le associazioni ambientaliste nazionali, meno  i cnque Stelle Locali, che hanno continuato ad asserire di essere stati gli unici a portare avanti le ragioni del Si. Tra i No risuona anche quello di Rosario Crocetta, secondo cui le questioni ambientali non possono essere risolte con un referendum “Gela che ha le trivelle ha scelto di non andare a votare, ha altre preoccupazioni per la testa”.Ha dichiarato il presidente della Regione