Refezione scolastica: verso la consegna dell’appalto. Lavoratrici oggi in protesta. Abela: abbiamo lavorato per sanare gli imprevisti

 È stata  convocata per domani  martedì 9 febbraio al Comune di Gela la ditta che si è aggiudicata, in via provvisoria, il servizio di refezione scolastica. Il titolare dell’impresa dovrà raccordarsi con gli uffici per  l’attivazione del servizio in tempi brevi. Il Settore Comunale all’Istruzione ha acquisito,  i certificati previsti, in modo da verificarne la coerenza con quelli dichiarati in sede di gara. Contestualmente, la ditta sarà messa in contatto con le lavoratrici impegnate nel servizio di refezione scolastica.Oggi le lavoratrici si sono riunite in protesta davanti Palazzo di Città perchè da sette mesi non ricevono gli stipendi a causa del servizio che finora è rimasto fermo. La protesta è stata guidata dall Cgil e le lavoratrici hanno affermato che si recheranno al comune fino a quando non torneranno a lavorare. 
“Dopo un percorso travagliato, ci avviamo  verso la consegna dell’appalto – ha commentato l’assessore comunale ai Servizi Sociali, Licia Abela -. Va dato atto agli uffici di aver lavorato con celerità per sanare gli imprevisti finora registrati che hanno rappresentato un intollerabile intoppo per le volontà dell’amministrazione comunale, disagio per gli alunni e difficoltà per le lavoratrici coinvolte”.