Reperti archeologici nascosti in una stazione ferroviaria abbandonata di Niscemi

Reperti archeologici nascosti all’interno di una stazione ferroviaria dismessa e abbandonata nei pressi di Contrada Vituso.

Questa è la scoperta avvenuta ieri da parte degli uomini del Commissariato di Niscemi, diretti dal commissario capo Andrea Monaco. In particolare gli agenti hanno controllato la vecchia stazione ferroviaria ormai in disuso, dove gli oggetti erano all’interno di uno scatolone, avvolti in un sacco di plastica.

Gli oggetti sono di immenso valore storico e artistico, ed erano  destinati al traffico illecito di reperti archeologici da parte di ignoti malviventi. Posti sotto sequestro, di concerto con la Procura procedente, si procederà ad interessare la Direzione del Parco Archeologico Ambientale di Gela al fine di procedere ad una completa elencazione e catalogazione dei vari reperti.

Articoli correlati