Riconversione a Gela, Invitalia lancia form per manifestazioni d’interesse

È stata lanciata ufficialmente stamattina da Invitalia la call. Da oggi, sulla homepage dell’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, controllata dal Ministero dello Sviluppo Economico, sarà presente un form.

A essere attivata anche una casella di posta elettronica [email protected] per invitare a investire nell’area di crisi industriale complessa di Gela. L’obiettivo è quello di raccogliere informazioni per identificare al meglio i fabbisogni di sviluppo dell’area e caratterizzare adeguatamente gli strumenti agevolativi che saranno attivati e resi disponibili sul territorio. Le manifestazioni di interesse dovranno pervenire entro le 12:00 del prossimo 15 marzo mediante la compilazione e l’inoltro a Invitalia dell’apposita scheda.

La call, che ha una finalità meramente conoscitiva e non dà luogo a titoli di preferenza o diritti, rientra nelle azioni del Progetto di Riconversione e Riqualificazione Industriale dell’area, a cui Invitalia è stata chiamata a dare il proprio contributo. Le manifestazioni di interesse devono riguardare iniziative imprenditoriali da localizzare nell’area, finalizzate alla realizzazione di programmi di investimento e connessi programmi occupazionali. Dopo questa fase, i risultati saranno sintetizzati e proposti ai principali soggetti coinvolti in questo percorso per definire la strumentazione agevolativa e le risorse da assegnare.

“Oggi finalmente l’area di crisi industriale complessa di Gela, finora vista nella sua accezione negativa – ha commentato con il vicesindaco Simone Siciliano – comincia ad avere i connotati di un’area che si propone al mercato internazionale per recepire manifestazioni di interesse a investire sul territorio”.

L’incontro si è tenuto nella sala conferenze dell’Asi di Gela insieme a imprenditori, consulenti, associazioni, sindacati e amministratori comunali.

Articoli correlati