Ricorda la storia di Monica Contrafatto, Limbo. La Fiction sulla donna-soldato in Afghanistan vista da 4 milioni di telespettatori

È stata vista da 4 milioni di telespettatori la fiction con protagonista  Kasia Smutniak che ha impersonificato una giovanissima e coraggiosissima  donna soldato italiana. La storia di Manuela Paris, sottoufficiale dell’esercito al comando di un plotone in missione Afghanistan, e tornata a casa dopo aver subito una delicata operazione alla gamba, a causa di un attentato in cui è rimasta ferita, è simile a quella della gelese Monica Contrafatto, capitale maggiore dell’esercito italiano in Afghanistan, che in un sabato pomeriggio del 21 marzo del 2012, è rimasta mutilata in una gamba a causa di un’esplosione avvenuta mentre era in tenda. Monica che è stata ospite assieme all’attrice romena nel salotto di Porta a Porta di Bruno Vespa, ha amato molto quello che faceva, così come la protagonista di Limbo. Ed era sempre pronta ad aiutare quella “brava gente”. Monica come Manuela ha amato l’Afghanistam e lì tornerebbe anche ora se le fosse possibile. “L’Afghanistan – ha detto Monica – è come la Sicilia,quando si parla di Mafia. È facile fare luoghi comuni, Sicila uguale Mafia, Afghanistan uguale taliban, ma non è così. Questo lo può capire solo chi ha visto gli occhi di un bambino felice per il dono di una bottiglietta d’acqua e un pezzo di cioccolato”. Monica è stata la prima militare italiana decorata con la medaglia d’oro al valore dell’Esercito: è il riconoscimento per aver messo in salvo altre persone nonostante la terribile ferita.