Rifiuti conferiti nelle discariche. Crocetta: i gufi hanno avuto torto

Oggi  tutti i comuni siciliani hanno conferito nelle discariche autorizzate. Lo reso noto poco fa il presidente della Regione Rosario Crocetta. 
In particolare la discarica di Sicula trasporti ha fatto in conferire oggi 350 automezzi.
“Attualmente – afferma Crocetta-  non c’è alcun compattatore in attesa di conferimento. Coloro che hanno straparlato, sono serviti e i gufi hanno avuto torto. Si è trattato di un’ignobile speculazione, derivata da problema organizzativo connesso alla tardiva comunicazione da parte della Rap dell’impossibilitá di procedere nelle misure richieste di biostabilizzazione dalla Regione, che ha determinato un problema organizzativo.
Con le misure dei prossimi giorni e i provvedimenti sulla differenziata, dimostreremo che nonostante le difficoltà ereditate dal passato, governiamo processi difficili con decisione e determinazione”. 
 
L’emergenza rifiuti ha colpito tutti comuni siciliali. “I cittadini e le Amministrazioni comunali sono le vittime di un sistema che ormai da decenni vede i rifiuti in Sicilia al centro di interessi privati e speculativi”, ha affermato qualche giorno fa , il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. “Un sistema che, con l’Assessore Vania Contraffatto , sia per i rifiuti, sia per l’acqua, tanto nella sua veste di Assessore quanto in quella di Commissario,  perpetua – ha aggiunto Orlando – e aggrava uno stato confusionale che alimenta disservizi e sprechi in danno dei Comuni e dei servizi pubblici per i cittadini”.
Anche la città di Gela in questi giorni è stata invasa da cumuli di immondizia, per la chiusura della discarica di Timpazzo, e le uniche tre discariche attive, Bellolampo, Lentini e Trapani, sono in tilt. Stracolme di rifiuti fino all’orlo.
 Tanto che si stava  pensando addirittura di far traslocare la munnizza siciliana fino in Bulgaria. Secondo i tecnici del dipartimento Acque e rifiuti, nei prossimi dodici mesi la Sicilia dovrà inviare oltre lo stretto almeno 800mila dei 6 milioni di tonnellate di spazzatura prodotti ogni anno dai siciliani. Oggi a quanto comunicato dal presindete della Regione la situzione è tornata alla normalità.