Rifiuti, si continua a bruciare nonostante si rischi la reclusione

I rifiuti continuano a invadere ogni angolo della città, e continuano gli incendi ai cumuli in diverse zone di Gela.

Di giorno in giorno la situazione sembra peggiorare, specie in alcuni quartieri in cui i residenti si rifiutano di differenziare. Il porta a porta funziona dove si rispetta il calendario dei rifiuti.

Oggi i Vigili del fuoco sono intervenuti più volte per incendi delle discariche abusive, la più consistente è nel quartiere Scavone.

Intanto vi è stata una stretta sui controlli dei trasgressori, e chi sporca rischia multe fino a 3000 euro se scoperti a lasciare i rifiuti sia nelle aree pubbliche che in quelle private. Chi viene sorpreso a incendiare i rifiuti rischia la reclusione e ripristino dei luoghi.

La questione rifiuti tornerà nuovamente in consiglio comunale con una seduta monotematica il prossimo 3 maggio. Lo si è deciso stamani durante una conferenza con i capigruppo voluta dal presidente del consiglio comunale Alessandra Ascia.