Rifugio antiaereo sotto il cortile della Biblioteca regionale, Tusa: “Struttura di grande valore storico”

Palermo – Uno straordinario luogo della memoria nella Biblioteca regionale.

Si tratta di un rifugio antiaereo, collocato al di sotto del cortile principale e utilizzato dagli studenti del liceo Vittorio Emanuele II durante la seconda guerra mondiale.

“Il già prestigioso e splendido edificio che ospita la Biblioteca regionale Alberto Bombace di Palermo – ha dichiarato l’Assessore dei Beni culturali Sebastiano Tusa – si arricchirà presto di un ulteriore elemento di attrazione di grande interesse storico. È intenzione di questo assessorato aprire al pubblico questa interessante struttura di grande valore storico architettonico e di grande interesse culturale per la memoria della città, che ha vissuto in maniera drammatica il conflitto mondiale.

Ho dato incarico all’architetto Stefano Biondo per la redazione di una perizia e di un progetto per il completo recupero del rifugio antiaereo, affinché in tempi brevi possa essere reso fruibile ai visitatori”.

Il Dirigente generale Sergio Alessandro e l’Assessore hanno effettuato un sopralluogo alla presenza del Direttore della Biblioteca centrale della regione Siciliana Carlo Pastena e del Direttore del Centro Regionale per il Restauro Stefano Biondo.