Rissa, furto, evasione. Arresti e denunce a Gela

Tre arresti e quattro denunce. Questo il risultato della attività Anticrimine e di Polizia Amministrativa svolta dal Commissariato di Gela.
Arresto per  Emanuele Nocera, gelese di 26 anni, in quanto non ha rispettato le prescrizioni della sorveglianza speciale. Il giovane, in ottemperanza alla revoca di decreto di sospensione di ordine di Esecuzione per la Carcerazione e ripristino dell’ordine medesimo,   dovrà espiare un anno,  5 mesi  e 4 giorni di reclusione.
Arrestato anche  Rosario Alessio Ascia, gelese di 26 anni, che dovrà espiare la perna in regime di detenzione domiciliare di un anno, 6 mesi e 20 giorni,  poichè riconosciuto colpevole del reato di furto aggravato.
Filippo Bonvissuto,  gelese di 32 anni,  è stato arrestato su ordine di esecuzione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare emesso dalla Procura della repubblica di Gela, e dovrà scontare una pena di mesi 5 di reclusione , perché riconosciuto colpevole di costruzione abusiva e violazione dei sigilli.
Dununciato il gelese T. I. di 49 anni, per aver tenuto un pubblico spettacolo e trattenimento danzante senza aver rispettato le prescrizioni di cui all’Art. 80 del T.U.L.P.S.
Per rissa compiuta il 21 luglio scorso, sono stati segnati il gelese P.A. di 51 anni, il nisseno S.G.,D.R. di 45 anni, e il gelese P.C. di 51 anni