Risultati referendum confermativi adesione Libero Consorzio, Catania il più gettonato. Gela è stato il primo comune a deliberare e ha raggiunto il quorum più alto

Il 28 novembre 2014, sono scaduti i termini per svolgere i referendum confermativi, per l’adesione ai Liberi Consorzi, che porta  a cambiare, nonostante i paletti che erano stati posti dal parlamento siciliani, la geografia dell’isola. Dai risultati emerge che il Consorzio risultato più attrattivo, è Catania. Sono 6 i comuni che hanno deciso di aderirvi: Gela (75.448 ab.) proveniente dal Libero Consorzio di Caltanisetta, Piazza Armerina (22.042 ab.) proveniente dal Libero Consorzio di Enna, Niscemi (27.936 ab.) proveniente dal Libero Consorzio di Caltanisetta, Acireale (51.592 ab.) proveniente dalla Città Metropolitana di Catania, Santa Venerina (8.440 ab.) proveniente dalla Città Metropolitana di Catania, Acicatena (28.722 ab.) proveniente dalla Città Metropolitana di Catania. Esce invece Licodia Eubea (3.009 ab.), che aderisce al Libero Consorzio di Ragusa. “Adesso bisogna soltanto fare in fretta, bisogna completare l’iter, validando ed approvando le modifiche territoriali, che i comuni liberamente hanno promosso, per poi passare alla fase successiva che è la più importante: creare sviluppo” ha asserito il Comitato per lo sviluppo dell’area gelese. Il Libero Consorzio di Catania è diviso in due entità territoriali non confinanti, dalla Città Metropolitana di Catania, in questo caso manca tra le due parti del Consorzio la continuità territoriale espressamente richiesta dalla L.R. 8/14, quindi  si potrebbe giungere alla divisione del consorzio in: Libero Consorzio di Catania Nord, con 19 comuni, e Libero Consorzio di Catania Sud con 17 comuni. Alcune Curiosità: 

-Gela è stata la città dove si è registrato il quorum più alto tra tutte le città siciliane impegnate con il referendum confermativo, nonostante la dimensione  (75.618 ab.), il 36,1%, nel complesso 24.000 elettori, di cui il 99,2% ha scelto il si (la percentuale più alta tra tutti i comuni) con un referendum svolto in piena estate (13 luglio).

-Capizzi è l’unico comune siciliano, che ha svolto il referendum confermativo, dove hanno prevalso i “NO” (86,6%).

-Licodia Eubea è il comune dove hanno votato meno cittadini in termini assoluti (544).

-Acireale è stato il primo comune a produrre la delibera di uscita dalla Città Metropolitana (9 aprile 2014).

-Gela è stato il primo comune a deliberare l’adesione ad altro Libero Consorzio (28 maggio 2014).

-Il Libero Consorzio più “attrattivo”: Catania, entrano 6 comuni ne escono 1.

-Il Libero Consorzio meno “attrattivo”: Messina, escono 5 comuni, entrano 0 comuni.

-La Città Metropolitana più “attrattiva”: Messina, entrano 5 comuni, escono 0 comuni.

La Città Metropolitana meno “attrattiva”: Catania, escono 3 comuni, entrano 0 comun