Ritorna la protesta degli operai della Turco Costruzioni: nessuna proposta di reimpiego finora

È ripresa la protesta degli operai della Turco Costruzioni, nonostante la tregua che si era avuto nei giorni giorni dopo le rassicurazioni ricevute in Prefettura da parte della azienda del pagamento degli arretrati e della promessa di reimpiego da parte di altre aziende dell’indotto. Da ieri sera gli operai della Turco Costruzioni occupano gli accessi allo stabilimento Eni.

Gli operai finora non hanno ricevuto nessuna proposta di reimpiego, e la protesta è ripresa nel momento in cui hanno saputo di alcuni operai edili di Priolo assunti nello stabilimento Eni. Gli operai della Turco hanno deciso di impedire l’ingresso a personale esterno se prima non verrà risolta la loro questione. I sindacati intanto hanno chiesto all’Ufficio di lavoro di Caltanissetta di accelerare i tempi di assunzione da parte delle altre aziende dei 36 operai licenziati

I lavoratori chiedono il rispetto del protocollo di intesa.