Ritrovate morte in casa. É successo ieri a Gela e a Caltanissetta

 

Due donne ritrovate ieri  morte, entrambe sessantenni, una a Gela e una Caltanissetta. Naturalmente è solo una coincidenza, entrambe sarebbero decedute per cause naturali. La donna gelese è stata ritrovata riversa a terra, nella sua abitazione di via Galileo Galilei. A dare l’allarme è stato il medico  della struttura terapeutica di Caltanissetta, dove la donna non aveva fatto rientro, come invece solitamente faceva. Aveva provato a telefonarle più volte, senza che nessuno avesse mai risposto.  A questo punto sono stati avvisati i vigili del fuoco che hanno fatto irruzione nella casa della donna, trovandola cadavere. Il secondo caso, quello nisseno, ha tutte le caratteristiche del giallo, questa volta la donna è stata ritrovata seminuda nella vasca da bagno di casa, che teneva sempre piena, in assenza di serbatoi. La tragedia è avvenuta in una modesta abitazione del centro storico nisseno, via Saponaro. A  dare l’allarme è stato il nipote che non riusciva a contattare la donna e, temendo le fosse accaduto qualcosa di grave, ha allertato i vigili del fuoco. La donna, 58 anni, era priva di vita immersa nell’acqua, la casa era chiusa con una chiave dall’interno. Dalla ispezione cadaverica effettuata all’obitorio del Sant’Elia, sembra che la morte anche in questo caso sia stata dovuta a cause naturali. 

Articoli correlati